L’Incredibile dono della Fede

L’Incredibile dono della Fede

Le riifllessiionii nelllla conversaziione dii Mons.. Brugnaro e lla chiiamata a nuove responsabiilliità,, a una testiimoniianza forte,, a un iimpegno conviinto

Un incontro utile, pieni di contenuti, con riflessioni che debbono richiamarci alle nostre responsabilità di cristiani prima, di cavalieri poi. A Camerino l’Arcivescovo S.E. Mons. Francesco Giovannii Brugnaro ha tenuto sabato 13 aprile nelle bellissime aule medievali del palazzo arcivescovile l’attesa conversazione Questa vita…la vivrò nella fede del Figlio di Dio che mi ha amato e ha consegnato se stesso per me.
Davanti alla sala gremita, dopo il saluto del Delegato Giovanni Martinelli e l’introduzione del Preside Antonio Mastri (che ha ricordato come l’incontro è inserito nel percorso di formazione degli aspiranti, intervenuti in molti), Mons. Brugnaro ha in modo semplice ma forte ricordato come noi cristiani dobbiamo vivere la nostra fede e la nostra appartenenza all’Ordine.

Una fede senza testimonianza, senza fatti concreti, è vuota, per questo siamo chiamati a dare testimonianza di coerenza e di impegno. Questo il senso dell’Anno delllla Fede voluto per una nuova cristianizzazione da Benedetto XVI: al di là dei gesti, dei momenti, dobbiamo partire dall’amore che il Cristo ha per noi, e in nome del quale è morto per garantirci la salvezza, e essere forti nell’esempio. In particolare ha richiamato le urgenze della Terra Santa, la necessità di aiutare i cristiani in perenne difficoltà sociali ed economiche: la missione dell’Ordine del Santo Sepolcro è questa, anche qui è nei fatti non nelle dichiarazioni o nelle apparenze. Al termine della conversazione, l’Arcivescovo ha celebrato la Santa Messa nella Cattedrale, alla quale hanno partecipato Cavalieri e Aspiranti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *